venerdì 16 agosto 2019

ThetaHealing®: le Virtù nei Sette Piani d’Esistenza (prima parte)

Il ThetaHealing®, ideato dalla naturopata americana Vianna Stibal, è una filosofia di vita e un prezioso strumento di evoluzione spirituale e di riequilibrio psico-fisico-emozionale.

Basandosi su una forma di meditazione attraverso la quale si riescono ad abbassare le onde cerebrali nello stato theta, anche in uno stato di veglia, senza necessariamente accedervi attraverso il sonno, il ThetaHealing® è un approccio esistenzialista alla portata di qualsiasi persona, di qualsiasi estrazione sociale, credo religioso, formazione culturale.


Attraverso questa meditazione ci si può connettere all’energia che Vianna Stibal  chiama il “Creatore di Tutto ciò che è”, in cui, in uno stato di espansione di coscienza, si può avere accesso al bagaglio di convinzioni, emozioni, sentimenti, memorie che la persona porta in gioco nella propria vita. Sia che si tratti di una persona che sta ricevendo una sessione di ThetaHealing® da parte di un operatore, sia che avvenga autonomamente su se stessi, una volta che si sono acquisite le chiavi di operatività già con un corso base.




Etimologicamente il termine “coscienza” deriva dal latino consciens, participio presente di conscire ovvero essere consapevole. La consapevolezza  diventa quindi la capacità di saper interiormente ri-conoscere, ri-scoprire il senso intelligente e funzionale di ciò che pensiamo e  sentiamo, individuandone la “matrice” per poi poter operare una trasformazione di ciò che co-crea, per risonanza, uno stato di mal-essere a più livelli.

Attraverso la meditazione del ThetaHealing®, in cui da uno stato di coscienza individuale ci si “espande” a uno stato  di “coscienza universale”, si può accedere a un vasto bagaglio di convinzioni, emozioni, sentimenti, memorie, che mostra quanto la percezione del mondo e le relative proiezioni sul mondo del singolo individuo, intrappolato nella propria “realtà umana apparente”, co-creano nell’esistenza personale, ma anche collettiva, atteggiamenti, comportamenti, risposte relazionali di un certo tipo, più o meno potenzianti, più o meno depotenzianti.

La grande innovazione che la Stibal ha portato a questa tecnica emozionale ma anche spirituale  è la ricerca, sempre intuitiva, grazie allo stato theta, nel contatto con la “coscienza universale”, dei livelli su cui le convinzioni si sedimentano: subconscio, genetico, storico e dell’anima.

Infatti quando la Stibal parla dei livelli di convinzione dà una chiave preziosa per renderci consapevoli che molto di ciò che pensiamo non è sempre frutto di ciò che abbiamo personalmente e fisicamente sperimentato. Ma, prima di addentrarci in questo affascinante campo di “ereditarietà cognitive”, chiediamoci, anzitutto, che cosa si intende per convinzione:

“Sappiamo che il sistema nervoso utilizza una specie di corrente elettrica per inviare in tutto il corpo informazioni fondamentali per moltissime funzioni vitali, dall’elaborazione degli stimoli  sensoriali all’organizzazione della chimica cellulare e all’invio degli elettroni lungo le sinapsi neuronali. Il corpo stesso, poiché costituito da atomi, elettroni, protoni e ioni, ha una struttura elettromagnetica.” p.172


Può essere una convinzione un’informazione che viaggia in questa struttura elettromagnetica in cui dà forma nel - e prende forma dal - campo morfico o campo morfogenetico che dir si voglia, di un individuo dotato di un campo cosciente carico di informazioni che “precedono” pensieri coscienti, parole, azioni?

La risposta ci arriverà pian piano nel corso della seconda parte di questo articolo nello steso blog.

BUONA LETTURA!


Nicoletta Ferroni, Master&Certificate of Science in ThetaHealing®

Apri una porta su un nuovo lavoro

Apri una porta su un nuovo lavoro
www.jooble-it.com